domenica 8 maggio 2011

LA CAMOMILLA E LE SUE PROPRIETA' BENEFICHE. LA DIETA ROSSO BLU

La camomilla è un dolce rimedio e antico calmante anche contro la gastrite ( di cui io personalmente soffro). La tisana tiepida di camomilla ha un effetto protettivo e antiinfiammatorio sulla mucosa delle stomaco.


                                                              LA DIETA ROSSO BLU
Mirtilli, more, lamponi, uva, prugne, arance rosse: frutti ricchi di vitamine e di antiossidanti preziosi per mantenere giovani i tessuti, ed elastiche le pareti dei vasi sanguigni. Tutti questi frutti, come anche le verdure di colore rosso, blu, viola- come melanzane, carciofi, broccoli blu, peperoni e pomodori- avrebbero anche un effetto sul controllo del peso, sarebbero in grado di evitare un eccessivo accumulo di grasso. Sono quindi gli ingredienti giusti per una dieta salutare e leggermente dimagrante al tempo stesso. Il tipico colore rosso, violaceo o blu di alcuni ortaggi è dovuto al contenuto di antociani, pigmenti appartenenti alla famiglia di flavonoidi, noti per la loro azione antiossidante e anti-radicali liberi. Gli antociani hanno la caratteristica di agire, oltre che da antiage, anche da sostanze protettive dei vasi sanguigni, rafforzando le pareti di capillari e vene impedendo a fuoriuscita dei liquidi di scarto nei tessuti. Sono molto utili per chi ha problemi come edemi, gonfiori, cellulite, ma anche varici dovuti alla debolezza e alla scarsa tonicità dei vasi sanguigni. L'azione di rafforzamento dei vasi è benefica anche per la salute degli occhi, migliora la funzionalità dei capillari della retina. Gli antociani sono preziosi per il benessere del sistema gastro-intestinale, prevengono gli squilibri della flora batterica. ...MA ANCHE IN VITAMINE E SALI MINERALI. I prodotti rossi e blu contengono anche molte altre sostanze preziose come gli acidi malico e citrico, attivi nell'equilibrio omeostatico fra cellule, e vitamine A, C e B.Sono ricchi di potassio. Consumarli con regolarità stimola il metabolismo dei liquidi evitando che defluiscano negli spazi intercellulari o che si accumulino nei vasi sanguigni, favorendo l'aumento della pressione

Nessun commento:

Posta un commento