giovedì 17 marzo 2011

La cura dei capelli

Come tutto il resto del nostro corpo, anche i capelli risentono di un regime alimentare sbagliato, come della mancanza di attività fisica e ancor di più dello stress.
Tanto che quest'ultimo può addirittura causare improvvise cadute localizzate in qualsiasi parte del cuoio capelluto.

Alimentazione
1.Segui una dieta sana ed equilibrata.
2.Preferisci alimenti ricchi di vitamina A e Bsilicioproteineferrocalcio.

Cura
1.Spazzolali quotidianamente per eliminare polvere e sporcizia.
2.Lavali in media due volte alla settimana, avendo cura di bagnarli con acqua tiepida prima di fare lo shampoo, massaggiare energicamente il cuoio capelluto e risciacquarli sempre due volte con acqua pulita.
3.Meglio non pettinarli quando sono umidi, poiché in questo stato sono molto più fragili e delicati; usa le dita o un pettine di legno a denti larghi per evitare nodi.
4.Balsami e prodotti specifici proteggono i capelli rovinati durante l'asciugatura e l'acconciatura.
5.
Mantieni pettini e spazzole regolarmente puliti.

Capelli grassi

Sicuramente avere i capelli grassi è una cosa molto fastidiosa, l'effetto capello pulito dura pochissimo e la chioma diventa pesante e senza volume in poche ore.
Qual è la causa dei capelli grassi?
La causa dei capelli grassi è un'eccessiva produzione di sebo; a volte l'untuosità del capello si unisce alla "dermatite seborroica" che apparentemente ha squame simili alla forfora ma che colpisce in modo particolare la linea di attaccatura dei capelli.
Il problema non è solo di tipo estetico, perché quando la ghiandola è troppo attiva s'ingrossa fino a schiacciare il bulbo provocando la caduta del capello.

Le ragioni possono essere legate a diversi fattori:
• cause interne: un'alimentazione scorretta• cause esterne: uso di detergenti troppo aggressivi ed eccessivamente sgrassanti.
Consigli generali
1.Lava i capelli almeno 2 volte a settimana.
2.Utilizza uno shampoo che abbia proprietà astringenti e che possa regolarizzare la secrezione del sebo.
3.Lava i capelli con shampoo a base d'ortica o d'argilla, catrame o zolfo;
( gli studi più recenti consigliano maggiormente l'utilizzo di prodotti a base di catrame perché lo zolfo tende a seccare eccessivamente il cuoio capelluto ).
4.Ricorda che se il capello è grasso, il cuoio capelluto è delicato e sensibile, quindi va trattato con prodotti che non lo aggrediscono.

Rimedi naturali
Un consiglio della nonna: fate impacchi di noce e ippocastano, perché queste piante contengono sostanze astringenti.

Shampoo al rosmarino:
- 20 ml di shampoo neutro
- 1 tuorlo d'uovo
- 7 gocce di olio essenziale al rosmarino
Frulla tutti gli elementi fino ad ottenere una pasta cremosa. Questo tipo di shampoo perde le sue proprietà molto velocemente, deve essere quindi preparato ogni volta che desideri usarlo.

Tonico all'edera e betulla: (ideale per capelli grassi, specie se scuri)
- 10 cucchiaini di foglie secche di betulla
- 3 cucchiaini di foglie secche di edera
- 1 tazza d'alcool denaturato
- 2 tazze d'acqua
Mischia l'acqua in ebollizione con le foglie di edera e betulla. Dopo aver fatto raffreddare per circa 10 minuti, filtra, aggiungendo l'alcool e mescola. Applica sui capelli bagnati con un leggero massaggio, senza risciacquare.
   

Capelli secchi

Una prolungata esposizione al sole, shampoo troppo energetici, un eccessivo utilizzo del phon, permanenti e tinture sono i motivi principali di una certa aridità e secchezza.capelli secchi, vanno coccolati quotidianamente ed è necessario dedicare un'attenzione particolare alla loro cura perché con il tempo tendono a diventare opachi e sempre più fragili.
Consigli generali
1. Utilizzate per il loro lavaggio shampoo a base di olii che nutrano il capello e lo aiutino a ristrutturarlo, come quello di mandorla, di noce o di calendula.
2. Fate periodicamente una maschera di bellezza.
Rimedi naturali
L'olio d'oliva è utilissimo per la bellezza e la salute dei capelli, li nutre e ammorbidisce, rigenera la fibra capillare, crea una guaina che li protegge da smog e agenti atmosferici.
- Fai un impacco di olio d'oliva
- Pettinati delicatamente
- Copri il capo con un telo di cotone o di spugna e tienilo tutta la notte
- Al mattino lava i capelli con uno shampoo delicato fino a quando avrai eliminato tutti i residui d'olio.

Un altro rimedio efficace è fare un impacco d'uovo per le sue proprietà ammorbidenti ed idratanti:
Ingredienti:
2 tuorli d'uovo
2 cucchiaini d'olio d'oliva
2 cucchiaini di miele
- applica sui capelli
- lascia agire per mezz'ora
- risciacqua i capelli a lungo con acqua tiepida.

Un'altra variante fa uso del sapone di Marsiglia:
Ingredienti:
2 tuorli d'uovo
2 cucchiai d'olio d'oliva
2 cucchiai d'olio di germe di grano
2 cucchiai d'olio di mandorle dolci
2 cucchiai di sapone di Marsiglia
- fai fondere il sapone di Marsiglia a bagnomaria
- sbatti i tuorli e mescolali con i tre olii e il sapone fino a rendere omogeneo il tutto
- versa sui capelli massaggiando per 5 minuti
- lascia agire per altri 10 minuti
- risciacqua abbondantemente con acqua tiepida e sapone liquido.

Capelli delicati

Ci sono capelli che per la loro struttura sottile tendono a spezzarsi con facilità; è perciò importante trattarli con particolare attenzione per evitare che shampoo o trattamenti troppo aggressivi possano danneggiarli.
Ecco gli utili consigli da seguire per aver dei capelli sani:
1.Se frequentate una piscina, utilizzate sempre una cuffia di tessuto che protegga i vostri capelli e per lavarli shampoo delicati
2.Al mare dopo ogni bagno, risciacquate abbondantemente i capelli con acqua dolce
3.Se prendete il sole proteggete i capelli con spray o schiume protettive
4.Utilizzare shampoo e balsami a base di latte di mandorla e alla cheratina, che potrete trovare in erboristeria e in farmacia. Il latte di mandorla, infatti, contiene principi attivi che possono contribuire a preservare e ricostruire la guaina del capello e a donargli morbidezza
5.Diluite lo shampoo in acqua
6.Non sottoponete i capelli a stress eccessivo torcendoli con l’asciugamano nell’intento di asciugarli
7.Regolate la temperatura dell’asciugacapelli su valori medi e tenetelo a 25 cm di distanza dal cuoio capelluto
8.Spuntate i capelli con regolarità ogni 2 mesi per eliminare le estremità rovinate. Il “taglio drastico” non serve a rinvigorirli!


Al ritorno dalle vacanze i capelli tendono ad incresparsi e a gonfiarsi anche in presenza di livelli minimi d’umidità. Per aiutare ad idratarli in profondità e per ristrutturare la fibra, proteggeteli con prodotti al silicone, e per il primo mese fate un impacco dopo ogni shampoo.

Rimedi naturali
BananeFate un purea di banane ed applicala sui capelli umidi. Risciacqua dopo 20 minuti con uno shampoo delicato
OrticaLozioni e trattamenti a base di succo della pianta sono ampiamente utilizzate per eliminare la forfora e combattere la debolezza del cuoio capelluto
Crescione Miscela in parti uguali succo di crescione e alcol a 95°, usalo una volta al giorno per frizionare il cuoio capelluto.

Non sottovalutate l’alimentazione! Alcuni cibi sono delle contromisure naturali contro i pericoli per i nostri capelli. Infatti, le carote, ricche di vitamina A, ci aiutano a proteggere occhi e pelle dai raggi solari. Mentre spinaci, cicoria e vegetali di colore verde scuro, contengono acido folico e sono utili per difendere il colore dei capelli.

Capelli colorati


Ultimamente si tende a cambiare colore dei capelli quasi con la stessa facilità con cui ci si cambia una paio di scarpe!
Non si tratta più di una moda esclusivamente femminile: anche gli uomini ricorrono sempre di più alle colorazioni (dal parrucchiere o anche a casa) non solo per coprire i capelli bianchi, ma anche per cambiare semplicemente look, per stupire, per piacersi.
Le tinture sono oggi molto meno aggressive del passato perché i colorantichimici sono stati spesso sostituiti da quelli parzialmente vegetali o con sostanze meno aggressive.
Di conseguenza fenomeni di tipo allergico sono notevolmente diminuiti ed è possibile cambiare colore anche più volte all'anno.

Le tinture si possono distinguere in tre differenti tipolgie:
Tinture
temporanee
Le più innocue tra le colorazioni per capelli, durano pochi giorni e si eliminano con il semplice lavaggio. Puoi utilizzarle per una serata particolare, una festa, per trasgredire un po' (esistono colori molto particolari, come il nero-blu, il viola...) senza preoccuparti di doverti presentare in ufficio o a scuola il lunedì con quel look così particolare... Oppure puoi applicarle per provare se ti dona un determinato colore e poi eventualmente renderlo tuo con una colorazione definitiva.
Tinture
semipermanenti 
Durano circa 15 giorni e si eliminano con circa 8 shampoo. Le colorazioni semipermanenti, di solito non contengono ammoniaca per non alterare il colore naturale del capelloper cui una volta scaricato il colore i tuoi capelli tornano del loro colore naturale. Sono adatte a te, se ti piace cambiare spesso colore o se vuoi coprire delicatamente i capelli bianchi. Spesso, questo tipo di tinture, sono tono su tono, cioè rispettano le naturali sfaccettature dei tuoi capelli evitando un colore troppo piatto e uniforme.
rischi per il capello sono limitati perché il colore non penetra a fondo nella struttura del capello.
Tinture
permanenti
Nella composizione delle tinture pemanenti spesso è presente l'ammoniaca, che ha il compito di aiutare la reazione e far penetrare meglio il colore.
Il colore dura per mesi, anche se col tempo tende a sbiadire un po'. È consigliabile ripetere la tinta ogni due mesi se il colore scelto è molto diverso da quello naturale, poichè la ricrescita in questo caso risulta più evidente. Questo tipo di tintura è adatto a chi ha molti capelli bianchi o chi è sicuro di non cambiare idea sul colore, almeno per un po'!
Il colore penetra anche nel cuoio capelluto e può provocare fenomeni di ipersensibilità e reazioni allergiche (è consigliabile di solito fare un piccolo test anti-allergico 24h prima dell'applicazione, applicando una piccola quantità di prodotto su un pezzo di pelle nascosta, di solito dietro l'orecchio).


1.Se hai capelli particolamente deboli e stressati scegli sempre tinture leggere e senza ammoniaca.
2.Non ripetere troppo spesso il trattamento e non ripeteterlo più se noti una perdita di capelli o macchie sul cuoio capelluto; in questi casi è consigliabile una visita dal dermatologo.
3.Un colore completamente naturale e generalmente senza controindicazione è l'hennè, puoi trovarlo in commercio in diverse colorazioni.
4.Se desideri arricchire il tuo colore naturale di riflessi luminosi, usa glishampoo riflessanti. Sono estremamente delicati e il risultato è molto naturale.

La decolorazioneCon la decolorazione viene tolto al capello il suo colore naturale senza provocare, in generale, allergie al cuoio capelluto. Ne esistono di diversi tipi:
mèches: viene eseguita su grosse ciocche;
striature: viene eseguita su ciocche sottili;
colpi di sole: è una decolorazione leggera che viene eseguita su piccole ciocche.

Consigli generali
1.Se i tuoi capelli sono danneggiati dalle tinte e dalle colorazioni, ti consigliamo di trattarli con shampoo e balsami appositi che possano ristrutturarli e ammorbidirli.
2.L'olio di cartamo ha un'azione protettiva ed è idoneo a ristrutturare la guaina del capello.

Capelli opachi

Nei mesi estivi, le radici dei capelli sono più deboli a causa del surriscaldamento: il caldo infatti stressa i nostri capelli poiché affatica lacircolazione sanguigna e fa arrivare meno ossigeno alla cute. Uno degli inconvenienti più diffusi è l’opacità: quando ciò accade, le cuticole si staccano dal fusto del capello, e non riflettono adeguatamente la luce solare.
Prevenire e controllare il danneggiamento e la desquamazione della cuticolanon è impossibile, a patto di prendersi cura quotidianamente dei capelli, senza però usare detergenti eccessivamente aggressivi o lavaggi frequenti. È importante ricordare inoltre che anche carenze qualitative o quantitativenell’alimentazione possono essere causa dell’opacità del capello; ad esse si può ovviare assumendo cereali integrali, frutti oleoginosi, uova, yogurt, lievito di birra e germe di grano, tutte sostanze ricche in vitamine del gruppo B,proteine e zinco, che favoriscono il naturale ricambio cellulare della cute, stimolano l’attività del follicolo pilifero e danno forza al capello.

Capelli sani hanno squame aderenti al fusto e appaiono brillanti; per contrastare l’opacità del capello, la fibra capillare deve essere ristrutturata garantendo il corretto apporto di vitamine necessario al suo nutrimento. In commercio esistono ottimi prodotti per i capelli che svolgono un trattamento d’urto e riparatore, ma forse non sai che puoi preparare anche tu in casa degli efficaci preparati cosmetici con ingredienti facilmente reperibili. Eccoti alcuni suggerimenti.
Birra: lava i tuoi capelli con un composto formato da 1/4 di birra e 3/4 di acqua. Dopo l’applicazione, risciacqua abbondantemente.
Lozione al rosmarino (ideale per capelli scuri senza lucentezza): prepara un infuso di rosmarino, facendo bollire due cucchiai di rosmarino in una tazza d’acqua. Applica questo infuso nel risciacquo finale, dopo lo shampoo.
Olio Extravergine: un altro rimedio, molto efficace per donare lucentezza ai capelli, è ungerli con olio extravergine d’oliva, massaggiarli e lasciare agire l’olio per almeno un paio d’ore. Risciacqua poi i capelli con un normale detergente. Per un trattamento d’urto, ti consigliamo di applicare l’olio d’oliva, coprirli con una cuffietta e fare agire tutta la notte
- Infine, ti ricordiamo che il tuorlo d’uovo è un toccasana per i capelli, poiché li ammorbidisce, li rinforza e scongiura le doppie punte. Puoi dunque applicare un impacco preparato con due tuorli d’uovo e 1 o 2 cucchiai di olio di mandorle dolci.



                 I capelli ricci


 capelli ricci possiedono un fascino ribelle e selvaggio ma sicuramente sono i più difficili da curare e gestire e possono rappresentare una vera e propria sfida.
Spesso per molte di noi, risultano indomabili, secchi, crespi e, con l'umidità, indefiniti. Ma con le mosse e gli accorgimenti giusti i ricci possono ritrovare bellezza, forma e vigore caratterizzando in modo unico il viso e la personalità di ogni donna.

Cure e trattamenti

È importantissimo che lo shampoo non sia fatto con troppa frequenza perchè, al contrario di quanto si possa pensare, i capelli ricci sono molto fragili e sensibili, e il sebo è imporante perchè può aiutare a domarli.
L'ideale sarebbe lavarli non più di due o tre volte alla settimana.
I prodotti migliori e più adatti da utilizzare per lo shampoo devono contenere sostanze oleose, come quelli a base di semi di lino o devono essere specifici per capelli ricci e ondulati.
Anche l'uso di maschere nutrienti e senza alcool è efficace per idratarli e donare loro corpo e lucentezza. In alternativa sono efficaci anche i balsami senza risciacquo che non appesantiscono i capelli e che si applicano prima dell'asciugatura.

Lo styling
I capelli ricci non devono essere pettinati da asciutti perchè c'è sempre in agguato il rischio di elettrizzarli e incresparli, e comunque è meglio utilizzarepettini o spazzole di legno a denti larghi.
Inoltre il phon e il calore inaridiscono troppo perciò è da preferire l'uso di un diffusore o l'asciugatura naturale.
La messa in piega sui capelli bagnati risulta molto più efficace se accompagnata dall'applicazione di prodotti per la messa in piega.
I prodotti disponibili sono diversi e consentono di aggiustare la tenuta dei ricci, la loro durata e la loro forma.
I gel per lo styling sono prodotti densi, di solito non untuosi, ma in parte collosi da applicare ai capelli bagnati prima dell'asciugatura e garantiscono struttura e forza a ricci e onde. Col calore il gel garantisce ricci molto ben definiti e saldi, spesso duri al tatto e, per questo, da stropicciare con le mani. 
La mousse schiumosa viene utilizzata per definire i ricci sia sui capelli bagnati prima dell'asciugatura sia nel caso in cui si vogliano utilizzare i bigodini.
La mousse rende i ricci più duraturi e non li indurisce, ma la sua efficacia è inferiore a quella del gel.
Lo spray è utilizzato solo dopo che i capelli sono asciutti e i ricci si sono raffreddati. L'uso dello spray a pettinatura ultimata consente di fissare le ciocche nella loro nuova forma e assicura maggior durata e tenuta ai ricci. 
Infine per il taglio, ormai tutti gli hair stylist offrono un lungo carnet di possibilità anche per chi possiede capelli ricci, ma non vuole rinunciare alle ultime tendenze moda e a cambiare il proprio look. Certo l'ideale è avere tagli con ampie scalature che giocano sui volumi e sulle punte ed evitare le mezze lunghezze.


I capelli lisci

Chi possiede una chioma con capelli lisci belli e curati ha sicuramente un'arma di seduzione di grande fascino, eleganza e sofisticatezza.
Tuttavia se non trattati nella maniera più giusta, i capelli lisci possono diventare un vero e proprio problema.
Per parlare di questo tipo di chiome bisogna prima distinguere tra due tipologie di capello: capelli lisci e finicapelli folti e robusti.

Capelli fini e piatti: cure e trattamenti I capelli lisci e fini sono molto sensibili e fragili, appaiono senza vigore e rendono complicato il compito di dar loro una forma, infatti necessitano di molto lavoro per poter rendere la capigliatura voluminosa e organizzata.
Per questo tipo di capello, il trattamento migliore è utilizzare uno shampoo volumizzante specifico che sostiene dalla radice, e anche un prodotto volumizzante, detto anche "root lifter", che alza i capelli dallo scalpo. Di solito non è un prodotto aggressivo e fa bene il suo lavoro, così si evita di utilizzare balsami e maschere che appesantiscono eccessivamente.
Per lo styling, il modo più efficace per ottenere volume, è quello di abbassare la testa quando si asciugano i capelli perchè aiuta e contrasta l'effetto gravità. Ideale è anche utilizzare degli spray o mousse volumizzanti, che danno consistenza evitando però, sieri, cere e pomate che rendono il capello untuoso e pesante.
Può servire anche giocare col colore e provare accostamenti e riflessi strategici. Sfumature poste con cura e nei posti giusti della chioma, riflettono la luce e fanno apparire i capelli più corposi.
Le stesse soluzioni coloranti che danno tono e corpo alla capigliatura, infatti, aprono la cuticola per raggiungere la parte interna del capello e gli regalano sostanze nutritive ricche. Le squame aperte fanno apparire la struttura dei capelli, una volta colorati, più spessa e grande.

Capelli folti e robusti: cure e trattamenti
Avere capelli lisci, folti e robusti è sicuramente una fortuna, ma in realtà, avere una chioma di questo tipo può essere una grande responsabilità ed è spesso difficile prendersene cura nel modo giusto.
Le numerose ciocche, infatti, se non trattate nel modo più opportuno, possono facilmente sfuggire al controllo e provocare un effetto di iper-volume e l'effetto "nè liscio nè riccio" .
L'ideale è nutrire i capelli con shampoo non aggressivi e nutrientiaccompagnati da maschere e balsami idratanti e liscianti.
Inoltre i capelli folti necessitano di un taglio regolare e di stili che contengano lunghe e ampie scalature. Ciò minimizzerà il volume e darà un look più ordinato e rifinito nonostante la ricrescita.
Importante è spuntare spesso i capelli per evitare la formazione di doppie punte che, se lasciate libere di proliferare, non farebbero altro che aggiungere cresposità e disordine alla capigliatura.








1 commento:

  1. Sei una GRANDISSIMA tricologa!!!
    Un consiglio di massima anche da parte mia ossia prima dello shampoo pettinarli per un pò per liberare i capelli da tutto quello che nemmeno con uno shampoo fatto bene si elimina; ti suggerisco un post su come lavare la testa ossia:
    1* Gettando i capelli in avanti
    2* O all'indietro come in salone
    Saprai benissimo spiegare le due modalità, magari aiutandoti con immagini...
    Valerio

    RispondiElimina